Nasce a Trieste la "Ludoteca Diffusa"

24.03.2019

di Giovanni Bacaro

Un esperimento sociale per promuovere l'aggregazione e la cultura ludica

Trieste, la città della sperimentazione, dove nascono continuamente nuove opportunità ed idee, è protagonista di una nuova rivoluzione. Un esperimento sociale che gli ideatori definiscono semplicemente "Lodoteca Diffusa": un concetto semplice per creare uno spazio dedicato al gioco, da tavola o di ruolo, in un ambiente accogliente disponibile e aperto per chiunque, idealmente tutti i giorni. Fine ultimo del progetto, oltre il passare momenti di svago insieme, anche consentire la socializzazione e la diffusione della cultura ludica e, dove possibile, essere di supporto a progetti per l'integrazione ed il benessere delle persone. In una città che, da questo punto di vista, poco offre in termini di spazi condivisi dedicati al gioco intelligente e alle associazioni che lo promuovono (e di cui la realtà cittadina è ricca, citiamo solo le tre più importanti associazioni come I Cavalieri dell'Esagono, Alea e la Costola dei Barbari, senza contare tutti i gruppi di appassionati che si incontrano abitualmente o saltuariamente). 

In assenza di una Casa del Gioco, come se ne vedono in altre città e che un certo movimento cittadino sta richiedendo da qualche tempo, e considerate le difficoltà di organizzare serate di gioco in collaborazione con locali pubblici, obiettivo degli organizzatori è costituire una rete di strutture private che, con cadenza settimanale, possano ospitare per serate dedicate a giocatori di ogni età al fine di sperimentare nuovi giochi, discutere del mondo ludico o semplicemente fare amicizia intorno ad una plancia, o in qualche immaginario mondo perduto ai confini della galassia. 

Un sistema che, a detta degli organizzatori, una volta entrato a regime con un numero adeguato di adesioni, consentirebbe di avere una ludoteca cittadina idealmente aperta 7 giorni su 7, diffusa in tutta la città, dove sperimentare di volta in volta l'accoglienza e le proposte di nuovi ospiti e conoscere nuovi giochi e persone.  

L'esperimento è iniziato qualche settimana fa nella prima ludoteca "diffusa" che ha aderito che prende il nome dalla via in cui si trova. Una pagina Facebook al momento è il mezzo principale con cui contattare gli organizzatori e le serate aperte dedicate alle attività ludiche sono il martedì. Per partecipare alle serate, che per ovvi motivi hanno un limite di giocatori, basta contattare la pagina e prenotarsi, ed il gioco (!) è fatto. 

L'iniziativa ha già raccolto un primo nucleo di giocatori entusiasti, alcuni dei quali intenzionati a mettere in rete i loro spazi casalinghi. Da parte degli organizzatori, è garantito un rigoroso controllo degli spazi e dei referenti delle varie ludoteche diffuse, per garantire la sicurezza nello svolgimento delle attività. In attesa di quel tanto desiderato e necessario spazio pubblico che rappresenterebbe un punto importante di riferimento per tutti i giocatori di Trieste, al motto di "Giocare fa bene, e farlo insieme ci aiuta a crescere ed essere uniti", gli organizzatori invitano le persone interessate a contattare la pagina Facebook https://www.facebook.com/ludotecatrieste/ per prenotare la partecipazione ad una serata o semplicemente per richiedere ulteriori informazioni magari per mettere a disposizione un pò del proprio tempo in questo progetto.